CERCA

dal nostro archivio

  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
  • dal nostro archivio
Comunicato stampa 17 gennaio 2014 PDF Stampa E-mail
Aggressione poliziesca contro gli antifascisti che protestavano
per la presenza di formazioni neonaziste al Politecnico
 
Oggi 17 gennaio 2014, gli studenti e i cittadini antifascisti milanesi sono stati caricati dalla polizia schierata in difesa di un convegno organizzato dal gruppo nazi fascista Alpha, organizzazione giovanile di Lealtà e Azione, in collaborazione con l'Associazione Millenium e la presenza di relatori antisemiti e negazionisti.

Il Rettore della Statale Gianluca Vago nei giorni scorsi aveva dichiarato che non si poteva concedere uno spazio all'interno dell'Ateneo a formazioni dichiaratamente fasciste, non si comprende come il Rettore del Politecnico
Giovanni Azzone abbia disatteso questa indicazione e si sia prestato a sostenere un convegno che doveva ospitare personaggi come Mutti e Moffa.

Memoria Antifascista chiede le dimissioni del Rettore del Politecnico per apologia del fascismo e contro i dettami
della Costituzione