Home Sito dell'associazione PER NON DIMENTICARE CLAUDIO VARALLI - GIANNINO ZIBECCHI http://www.pernondimenticare.net/component/content/frontpage Sun, 29 Mar 2020 01:47:12 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it HOME PAGE PERNONDIMENTICARE 2 http://www.pernondimenticare.net/component/content/article/356-home-page-pernondimenticare http://www.pernondimenticare.net/component/content/article/356-home-page-pernondimenticare
rielaborazione foto uliano lucas 
L'idea di una società più giusta aveva coinvolto persone,  intelligenze, passioni.

La politica era impegno sociale e individuale, senza ricerca di tornaconti personali.

L'obiettivo era l'emancipazione collettiva, la costruzione di una società più civile e democratica.

Nel 1975 Claudio Varalli e Giannino Zibecchi, come altri giovani, pagarono con la vita il loro impegno.
Foto di Uliano Lucas  (Piazzale Accursio, Milano, 1971) www.ulianolucas.it
]]>
info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Tue, 31 Mar 2009 18:56:24 +0000
23 gennaio 2020 - Roberto Franceschi http://www.pernondimenticare.net/blog/650-23-gennaio-2020-roberto-franceschi http://www.pernondimenticare.net/blog/650-23-gennaio-2020-roberto-franceschi Giovedì 23 gennaio  h 18.45 Università Bocconi

LE SCUOLE E LE UNIVERSITA' SONO LUOGHI DI CONOSCENZA E DI RESISTENZA
QUESTO CI INSEGNA IL SACRIFICIO DI ROBERTO FRANCESCHI

Ogni anniversario che ricorda la morte di uno dei caduti della Nuova Resistenza è un tassello nella costruzione di una memoria condivisa. Che non è semplice rievocazione di fatti lontani, ma costruzione di un percorso che, raccontando quanto accaduto anni fa, fornisca gli strumenti per interpretare quanto accade oggi.
La storia d’Italia del dopoguerra è il racconto di lotte popolari per conquistare diritti, lavoro, dignità e democrazia, contrastate con la feroce violenza del potere politico che non ha esitato a ricorrere alla violenza più bestiale per fermare queste rivendicazioni.
La vicenda umana e politica di Roberto Franceschi è parte di questo racconto. Studente della Bocconi, il 23 gennaio 1973 viene ucciso davanti alla sua università da un proiettile sparato dalla polizia che impediva un’assemblea. Franceschi è uno dei tanti che hanno dato la vita per costruire una società di uguali, dove tutti abbiano le stesse possibilità.
Ricordare il suo sacrificio significa tenere viva la storia dell’Italia migliore. Per questo oggi, a distanza di 47 anni, siamo qui come ogni anno. Poche settimane fa abbiamo ricordato il 50° anniversario della strage di piazza Fontana, l’avvio della strategia della tensione che ha costellato di tragedie la nostra storia: un disegno che voleva strangolare la democrazia nel nostro Paese e che è fallito per la risposta popolare che svelò la macchinazione dei servizi segreti e degli apparati dello stato con parti importanti del governo e di molte forze politiche.
Il mese di gennaio del 1970 fu decisivo per la ripresa democratica in città e nel Paese. Dopo la strage a Milano vigeva una sorta di coprifuoco politico: nessuno poteva organizzare manifestazioni pubbliche, in un clima di repressione contro i movimenti di sinistra che soffocava qualsiasi protesta. Ancora una volta furono studenti, operai e giornalisti democratici a spezzare questo cerchio di ferro, organizzando la prima manifestazione dopo la strage, sfidando il divieto della questura e facendo sentire la loro voce che per la prima volta gridava che quella strage era di Stato. Mettendo a nudo quelle che erano la fake news di quel tempo: il coro dei giornali e della televisione di stato che accusava degli attentati la sinistra.   

]]>
info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Sun, 19 Jan 2020 23:00:00 +0000
FOTOCRONACA 12 dicembre 2019 http://www.pernondimenticare.net/immagini/649-fotocronaca-12-dicembre-2019 http://www.pernondimenticare.net/immagini/649-fotocronaca-12-dicembre-2019 PER NON DIMENTICARE - L'ARCHIVIO FOTOGRAFICO
FOTOCRONACA 12 dicembre 2019
 50^ anniversario della strage di Piazza Fontana - Milano
]]>
info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Mon, 16 Dec 2019 23:00:00 +0000
Calendario manifestazioni 50 anniversario Piazza Fontana http://www.pernondimenticare.net/iniziative/648-calendario-manifestazioni-50-anniversario-piazza-fontana http://www.pernondimenticare.net/iniziative/648-calendario-manifestazioni-50-anniversario-piazza-fontana  ]]> info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Mon, 11 Nov 2019 08:35:06 +0000 FOTOCRONACA 27 ottobre 2019 http://www.pernondimenticare.net/immagini/647-fotocronaca-27-ottobre-2019 http://www.pernondimenticare.net/immagini/647-fotocronaca-27-ottobre-2019 PER NON DIMENTICARE - L'ARCHIVIO FOTOGRAFICO
FOTOCRONACA 27 ottobre 2019
 Commemorazione Giovanni Ardizzone in Via Mengoni - Milano
]]>
info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Sun, 27 Oct 2019 23:00:00 +0000
2019_10_18 PIAZZA FONTANA 50 ANNI FA LA STRAGE http://www.pernondimenticare.net/blog/646-20191018-piazza-fontana-50-anni-fa-la-strage http://www.pernondimenticare.net/blog/646-20191018-piazza-fontana-50-anni-fa-la-strage PIAZZA FONTANA 50 ANNI FA LA STRAGE
MILANO NON DIMENTICA.
MEMORIA VERITÀ GIUSTIZIA

GIO, 24 OTTOBBRE ORE 21 ARCI BELLEZZA
3^ Assemblea verso il corteo del 12 dicembre 2019.


Costruiamo un percorso verso il 12 dicembre che approfondisca e divulghi il vero significato degli eventi legati alla strage di Piazza Fontana del 1969 e dell’assassinio di Pinelli.
Contro la rimozione della storia e per la diffusione dell’unica verità: è stata una strage di Stato, eseguita dai gruppi fascisti, in combutta con pezzi importanti dei partiti di governo, con la regia, il supporto e la protezione dei servizi segreti italiani e americani.
È stato il punto di partenza di una lunga stagione di terrore lanciato nelle piazze, sui treni, ovunque, con lo scopo di bloccare l’avanzata delle lotte che ampi strati di popolazione sviluppavano per rivendicare diritti e partecipazione, per rendere il Paese più giusto e più democratico.
Si voleva imporre una svolta autoritaria e repressiva.
Se la trama è stata spezzata dalla grande mobilitazione popolare e civile, ben pochi tra i responsabili di quegli atti – esecutori, mandati e protettori – hanno pagato per i loro crimini.
Mentre non è mai venuta meno, fino ai giorni nostri, la protervia nel negare la verità e coprire le diffuse complicità.
Il cinquantesimo anniversario di Piazza Fontana deve essere un’occasione per affermare, che conoscere la nostra storia, è strumento essenziale per la difesa dei principi antifascisti della Costituzione, per impedire che si ripetano le tragedie che abbiamo vissuto.
Dal prossimo mese di novembre fino al 15 dicembre, Milano sarà attraversata da numerose iniziative capaci di suscitare un forte dibattito e approfondimento.
 
Prime adesioni:
Milano Antifascista Antirazzista Meticcia e Solidale
Memoria Antifascista
Centro Sociale Cantiere
Csoa Lambretta
Zam
ANPI ATM Milano
Rete della Conoscenza
Partito della Rifondazione Comunista
Partito Comunista Italiano
Partito Comunista dei Lavoratori
Fronte Popolare
Possibile Milano
Brianza Antifascista Antirazzista Antisessista
Marxpedia
CCL-Coordinamento Comunista Lombardia,
Slai Cobas Provinciale Milano
APS EL Pueblo.
Comitato 'Non Dimenticarmi'
Zona 3 per la Costituzione
 
Per comunicare adesioni, ricevere informazioni sul calendario degli eventi e per la raccolta fondi in sostegno all'iniziativa, scrivete a: strage12dicembre1969@gmail.com

GIO, 24 OTTOBBRE ORE 21 ARCI BELLEZZA

3^ Assemblea verso il corteo del 12 dicembre 2019.

 

]]>
info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Sat, 19 Oct 2019 08:07:13 +0000
CON PIERO SCARAMUCCI SE NE VA UN GRANDE http://www.pernondimenticare.net/blog/645-con-piero-scaramucci-se-ne-va-un-grande http://www.pernondimenticare.net/blog/645-con-piero-scaramucci-se-ne-va-un-grande Ci sono scomparse che ti scuotono di più di altre, un’ovvietà, ma la morte di Piero Scaramucci è una di quelle che ti toglie il fiato, come una botta fortissima al petto. Perché Piero era un pezzo importante della storia civile di questo Paese, della sua storia bella. Una di quelle persone che vorresti avere conosciuto prima perché avresti imparato di più, ti avrebbe dato tanto. Soprattutto con l’esempio.

Potrebbe servire una parola sola: rigore. Un giornalista di altissimo livello, con un istinto innato che lo collocava sempre perfettamente al centro della notizia, che sapeva raccontare con parole semplici e sempre efficaci, un caparbio analista capace di indagare, approfondire e restituire in modo che chiunque potesse comprendere. Raffinato e colto ma assolutamente popolare, aveva la dote di andare al cuore del problema con immediatezza. E con una serietà e onestà intellettuale che nel mondo del giornalismo è ormai merce rara.

Una persona netta, senza mezzi termini e anche pacata, con una bella dose di ironia che ti raggiungeva lieve ma che comprendevi quanto fosse anche severa: gli occhi avevano un certo bagliore che ti comunicava la ferrea convinzione che prendersi troppo sul serio fosse un grave errore.

Piero Scaramucci è stato un pezzo fondamentale del giornalismo a Milano e in Italia. Dal Gazzettino Padano in radio alla televisione, per poi inventarsi e dirigere Radiopopolare. Coniugava il rigore professionale con un credo politico profondo sempre dalla parte giusta – quella degli umili, degli oppressi – e sempre con la stella polare dell’antifascismo. È grazie a quelli come Piero se nel 1969 si costruì un fronte di informazione capace di smascherare le trame golpiste che presero le mosse dalla strage di Piazza Fontana. Dal bollettino di controinformazione bcd al libro La strage di Stato il suo contributo è stato fondamentale, anche per costruire coesione tra i giornalisti che avevano deciso di tenere la schiena dritta, rifiutare le veline delle questure – guidate da rottami del regime fascista – e contribuire in modo fondamentale al disvelamento della realtà delle trame fasciste e di stato.

Ricordiamo bene la sua attenzione e disponibilità quando si celebrò il processo per l’uccisione di Giannino Zibecchi. Gli abbiamo portato in Rai il filmato che dimostrava come la cariche dei camion dei carabinieri fossero deliberate e tese a investire i dimostrati e lui le ha mandate in onda, più volte. Non tutti lo avrebbero fatto.

Piero Scaramucci non ha mai smesso di portare il suo contributo alla battaglia antifascista, sia nell’Anpi che nelle mille occasioni di iniziative politiche e di confronto a cui ha sempre partecipato.

Dire che ci mancherà è una banalità. Mancherà a tutti quanti hanno a cuore la civiltà, il senso di umanità, ma anche la bellezza delle cose dette chiare e semplici e in faccia, senza doppiezze.

Oggi siamo più poveri, perché ci mancherà il suo contributo, la sua arguzia, la sua lucidità e la sua voglia indefessa di non darla vinta a chi tifa per il sopruso e l’oppressione. Speriamo che si trovi il modo di raccontare a quanti più giovani possibile la sua figura e la sua storia. Sarebbe un bel modo per ricordarlo.

]]>
info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Thu, 12 Sep 2019 23:00:00 +0000
25 Maggio 2019 - In ricordo di Alberto Brasili http://www.pernondimenticare.net/iniziative/memoria-antifascista/643-25-maggio-2019-in-ricordo-di-alberto-brasili http://www.pernondimenticare.net/iniziative/memoria-antifascista/643-25-maggio-2019-in-ricordo-di-alberto-brasili ALBERTO BRASILI UCCISO DAI FASCISTI NEL 1975
LA MEMORIA È UN LIEVITO DELLA DEMOCRAZIA
 Sabato 25 maggio 2019 dalle ore 11:00 alle 12:00 in ia Pietro Mascagni, 20122 Milano ricorderemo Alberto Brasili
Vai alla fotocronaca
Tenere viva la memoria delle vittime dei fascisti non è uno stanco rituale, ma è un vitale esercizio di difesa della democrazia.
Perché il neofascismo è sempre più aggressivo, cerca di conquistare uno spazio politico negando la storia, passata e recente, per cancellare il valore fondante del nostro paese: l’antifascismo.

Alberto Brasili era uno studente lavoratore ammazzato a coltellate in un agguato di una banda di assassini fascisti la sera del 25 maggio 1975 nei pressi di piazza San Babila, allora terra di scorribande nere.
Un altro caduto della Nuova Resistenza che a Milano ha visto morire per mano fascista e delle forze delle stato decine di antifascisti.
Il ricordo di Alberto Brasili aiuta tutti quanti credono nella democrazia e in una società di uguali a costruire la più ampia alleanza per ricacciare indietro l’onda nera che vuole tornare.

Monumenti e lapidi danneggiati, striscioni inneggianti a Mussolini, aggressioni sempre più frequenti, spudorata rivendicazione del fascismo.
Questo è quanto avviene oggi in Italia ed è possibile perché i gruppi nazifascisti godono dell’aperta protezione della Lega di Salvini al governo.
Il clima è avvelenato e il diritto al dissenso è compresso, se neppure è possibile esporre uno striscione contro il ministro dell’Interno simpatizzante di Casa Pound.

Ricordiamo i caduti per costruire un futuro di civiltà per il nostro Paese

Memoria Antifascista]]>
info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Wed, 15 May 2019 07:48:48 +0000
FOTOCRONACA 25 aprile 2019 http://www.pernondimenticare.net/immagini/642-fotocronaca-25-aprile-2019 http://www.pernondimenticare.net/immagini/642-fotocronaca-25-aprile-2019 PER NON DIMENTICARE - L'ARCHIVIO FOTOGRAFICO
FOTOCRONACA 25 aprile 2019

]]> info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Sun, 03 Mar 2019 23:00:00 +0000 16 aprile 2019 http://www.pernondimenticare.net/iniziative/640-16-aprile-2019 http://www.pernondimenticare.net/iniziative/640-16-aprile-2019  


Claudio Varalli e Giannino Zibecchi sono morti nel 1975 per costruire un mondo migliore.
Volevano uguaglianza, accoglienza, uguali diritti. Tutto il contrario di quanto vogliono oggi fascisti e leghisti.


Nel loro ricordo continuiamo a lottare contro il razzismo, il fascismo e le disuguaglianze.

Martedì 16 aprile ore 17.30 piazza Cavour, 18 piazza S. Stefano, 18.30 corso XXII marzo  
]]>
info@pernondimenticare.net (Administrator) frontpage Thu, 04 Apr 2019 07:40:01 +0000